ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

Una delle priorità dell’Istituto, sul piano didattico-metodologico, è costituita dall’alter­nanza scuola lavoro, supportata dalla rete di rapporti con enti, associazioni, imprese che l’Istituto ha intessuto negli anni e che accoglie i nostri studenti nelle esperienze degli stage formativi, corsi o seminari di formazione nei settori turistico, dei servizi socio-sani­tario, dell’informatica, dell’istruzione. li potenziamento dell’offerta formativa tramite l’alternanza scuola lavoro trova puntua­le riscontro nella Legge 107/2015, che ha inserito organicamente questa strategia didatti­ca nell’offerta formativa di tutti gli indirizzi di studio della scuola secondaria di secondo grado come parte integrante dei percorsi di istruzione. L’alternanza scuola lavoro ora si innesta all’interno del curricolo scolastico e diventa componente strutturale della formazione al fine di incrementare le opportunità di lavoro e le capacità di orientamento degli studenti.

Al fine di tenere traccia delle esperien­ze riconducibili ai percorsi di ASL, a partire dal presente anno scolastico, ogni classe di terza, quarta e quinta verrà corredata da un Diaro di Alter­nanza Scuola Lavoro on line, su cui verranno annotate le caratteristiche e la durata di ogni singola attività svolta dalla classe o dal singolo. li Diario accompagna la classe dal terzo anno fino all’esame di Stato: la sua compilazione è affidata al Tutor Aziendale e al controllo del Tutor Scolastico.

Una esperienza privilegiata in cui il rapporto tra il nostro Istituto e il mondo del lavoro si fa particolarmente significativo è lo ”Stage in Azienda” (ben 51 aziende) e in particola­re Stage Formativo all’Estero (facoltativo): si svolge in convezione con Agenzie specializ­zate e può anche sostituire lo stage curricolare. L’allievo è comunque tenuto a rispettare la quota minima obbligatoria annuale. Qualora lo Stage non copra il numero di ore minimo previsto per il relativo anno di corso, lo studente deve integrare lo stesso con altre forme di ASL. Prevede il soggior­no all’estero, la frequenza di corsi linguistici e la presenza all’interno di un contesto lavorativo in una azienda estera. Può durare da un minimo di 2 a un massimo di 8 settimane.


Seguici su:

Facebook
GOOGLE
YouTube
Instagram
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930